Grafica
Albertina Lipari De Fonseca
Grafica Albertina Lipari De Fonseca

un pezzo dedicato a Elfriede Jelinek

di Andrea Adriatico
con Eva Robin’s e Saverio Peschechera, Alberto Sarti, Stefano Toffanin…
luci, scene e costumi Andrea Barberini
cura Daniela Cotti, Monica Nicoli, Saverio Peschechera, Alberto Sarti, Sarah Patanè, Isabella Gatti, Rabii Sakri
grafica Albertina Lipari De Fonseca
grazie a Anna Amadori, Stefano Casi, Giulio Maria Corbelli, Elena Di Gioia, PerAspera Festival

una produzione Teatri Di Vita
in collaborazione con Festival Focus Jelinek
e il sostegno di Comune di Bologna – Settore Cultura, Regione Emilia Romagna – Servizio Cultura, Ministero per i Beni e le Attività Culturali

a Marcella Di Folco

A nessuno viene veramente in mente di ribellarsi, un’impresa senza speranze.
Perlopiù diciamo qualcosa di molto semplice.
Da grandi altezze però suona diversamente…

VOTA TRANS è il nuovo slogan di una grottesca politica che riesuma antichi sogni totalitari “perché tutti siano davvero tutti”. Un comizio schizofrenico che arringa folle sparute di ardenti fanciulle pronte a immolarsi per la causa.
Delirio di una trans populista è un “pezzo” teatrale, Ein Stück, lanciato come il frammento di un discorso, amoroso e rabbioso al tempo stesso, verso il presente. Con le parole di Elfriede Jelinek che si trasformano nella voce e nel corpo di Eva Robin’s. Una rilettura straniante per accarezzare il mondo logorroico della scrittrice austriaca e per sondare il mondo macerato in cui agiscono i fantasmi, fin troppo realistici, dell’orrore quotidiano in cui viviamo. In una visione al contempo politica e psicologica, ludicamente camp e vertiginosamente tragica, dei nostri ingloriosi anni.

prima nazionale: Festival Cuore di Brasile, Teatri di Vita, Bologna, 25 giugno 2014