image001
Winterreise | Viaggio d’inverno
tra Elfriede Jelinek e Franz Schubert
con Roberta Cortese, voce narrante
e Emanuela Marcante, pianoforte e Daniele Tonini, voce

Goethe Zentrum Via de' Marchi 4, Bologna
ingresso libero

Un appuntamento appositamente realizzato che vede integrarsi la voce narrante di Roberta Cortese sul testo Winterreise di Elfriede Jelinek all’esecuzione di Emanuela Marcante e Daniele Tonini, pianoforte e voce, di otto Lieder da Die Winterreise di Franz Schubert.

Un appuntamento promosso nell’ambito del Festival Focus Jelinek grazie alla collaborazione di Goethe Zentrum di Bologna/Istituto di cultura germanica.

Winterreise di Elfriede Jelinek prende le mosse dal ciclo liederistico di Franz Schubert su testi di Wilhelm Müller, di cui ritornano brandelli fagocitati e integrati nel testo. Come il viandante dei Lieder, anche nel testo di Jelinek un Io lirico vaga senza posa per il mondo.
Il testo, suddiviso in otto parti introdotte ognuna da un Lied schubertiano, affronta il tema della solitudine, dell’emigrazione interiore, dell’essere e rimanere stranieri nel mondo. Nella composizione dell'autrice, pubblico e privato si mescolano, e l'Io lirico di Elfriede Jelinek si muove tra fatti che testimoniano atteggiamenti xenofobi, lo scandalo bancario seguito alla vendita dell’austriaca Hypo Alpe Adria alla Bayerische Landesbank nel 2007 o la vicenda di Natascha Kampusch.

Winterreise è stato scritto da Elfriede Jelinek nel 2011 su commissione dei Kammerspiele di Monaco; nello stesso anno è stato pubblicato dal Rowohlt Verlag ed insignito del Mülheimer Dramatikerpreis. Con oltre venti messe in scena in tutta Europa, è tra la pièce teatrali di lingua tedesca più rappresentate degli ultimi anni.

In Italia, presentato per la prima volta nel 2014 dal Collettivo Winterreise di Torino nella traduzione di Roberta Cortese, Winterreise. Viaggio d'inverno di Elfriede Jelinek viene riallestito in una forma appositamente realizzata al Goethe Zentrum di Bologna in collaborazione con Festival Focus Jelinek.

*

Roberta Cortese si laurea in Materie Letterarie con una tesi su Schubert e il teatro; studia pianoforte e canto a Torino e a Vienna, dove si forma come attrice nella compagnia del Burgtheater. Nel 2001 torna in Italia ed è cofondatrice del CineTeatro Baretti di Torino, di cui diventa anche Dramaturg, avviando così un nuovo percorso di scrittura e traduzione per il teatro e contribuendo alla produzione di molte prime nazionali italiane; tra gli autori tradotti ci sono Dejan Dukovski, Dea Loher, George Tabori, ma soprattutto Elfriede Jelinek, di cui traduce anche per Ubulibri Sport. Una pièce e Fa niente. Una piccola trilogia della morte.
Parallelamente alla sua attività da attrice, per diversi anni si dedica alla regia lirica, poi nel 2009 torna alla prosa operando contemporaneamente come Dramaturg/regista/performer e fondando con Luigi Chiarella Satyrikon, un'associazione culturale che punta sulla nuova drammaturgia e sull'incrocio di modalità espressive diverse. Attualmente lavora con il Collettivo Winterreise a un progetto installativo/performativo su Winterreise di Elfriede Jelinek.

Emanuela Marcante ha condotto studi filosofici, musicali e teatrali, ha lavorato come pianista, fortepianista e clavicembalista, direttrice d’orchestra, ideatrice e scrittrice di spettacoli e regista in Italia, Europa e in America. Lavora alla messa in musica e alla creazione di spettacoli su testi poetici. È stata docente di interpretazione vocale e teatrale e direttrice di progetti musicali e teatrali presso università e istituzioni americane, con continuità presso la University of British Columbia di Vancouver (Canada) e l’Istituto Superior de Arte e l’Università de l’Avana (Cuba).

Daniele Tonini ha studiato canto e interpretazione teatrale con Lajoz Kozma, Claudio Desderi, Carlo Bergonzi, Leo Nucci, ha preso parte a numerose produzioni operistiche in Italia, Europa e Nord America, ed è presente in ambito concertistico con repertori dal Seicento al contemporaneo. Diplomato in flauto traverso ha approfondito l’interpretazione del repertorio tra Sette ed Ottocento su strumenti storici con Marcello Castellani, Frans Vester e Wilbert Hazelzet. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali, svolge attività di ricerca e pubblicazione affiancando agli studi musicologici la ricerca storica e artistica.

Emanuela Marcante e Daniele Tonini hanno fondato nel 1993 a Bologna, Il Ruggiero, progetto artistico e di ricerca per musica, storie, poesia con diversi percorsi di lavoro e di proposte performative. L’intenso progetto di ricerca sulle figure di Franz Schubert/Wilhelm Müller ha presentato spettacoli e riletture da Die Schöne Müllerin e da Die Winterreise. L’edizione de Die Schöne Müllerin è apparsa per Ut Orpheus nel 2014.

*

Ciclo dei Lieder nell’Istituto di Cultura Germanica Bologna/2015
Winterreise | Viaggio d’inverno tra Elfriede Jelinek e Franz Schubert si colloca in una stagione di appuntamenti dedicati al Lied in lingua tedesca che da tre anni l’Istituto di Cultura Germanica propone a Bologna. “Ci è sembrata cosa utile da un lato far ascoltare e conoscere un genere di musica meno eseguito rispetto alla musica classica strumentale e interessante dall’altro lato anche offrire in sette - otto concerti un programma musicale, che nello stretto legame tra musica e parola cerca di rappresentare le diverse fasi nel genere del Lied nel suo percorso di circa due secoli ed evidenziare le caratteristiche dei vari compositori”.
Programma su www.istitutodiculturagermanica.com
ingresso gratuito per l'incontro Winterreise
Tel. 051.22.56.58